LINGUA | ITA

LA SACRA OGGI

La storia attuale della Sacra di San Michele vede negli ultimi anni un’attenzione speciale, generosa e incoraggiante, da parte di enti pubblici e privati. Da sempre le Sovrintendenze svolgono un’azione finalizzata alla tutela e alla valorizzazione del monumento: lo fanno con studi mirati, sollecitando e garantendo gli indispensabili interventi di restauro da parte degli organi statali competenti.

La Regione ha potuto occuparsi della Sacra solo di recente e lo sta facendo in modo deciso e incoraggiante, anche attraverso l’erogazione di contributi, soprattutto dopo che la legge regionale n. 64 del 21/12/1994 ha riconosciuto la Sacra di San Michele Monumento simbolo del Piemonte.

Tra gli interventi più importanti ricordiamo: il completo rifacimento del tetto della chiesa e del monastero vecchio; il restauro del Portale dello Zodiaco, delle tavole e delle tele; il recupero conservativo del Sepolcro dei Monaci, delle antiche foresterie e degli archi rampanti. A fianco di questi interventi, la Sacra ha ripreso a vivere intensi momenti di iniziative religiose e culturali:

  • la cura liturgico-religiosa dell’antico santuario micaelico
  • un convegno annuale, dal 1992, con pubblicazione degli atti
  • numerosi eventi e concerti nel santuario, nei mesi di maggio, giugno e settembre, con speciali visite guidate al monastero vecchio
  • un servizio, sempre più qualificato, di accompagnamento e accoglienza, con corsi di formazione gestiti dall’Associazione dei Volontari della Sacra
  • il riordino e potenziamento della biblioteca, con relativa schedatura di tutti i libri.

 

Non vanno dimenticate alcune pagine della storia attuale della Sacra:

  • la visita-pellegrinaggio del Santo Padre Giovanni Paolo II il 14 luglio 1991
  • l’illuminazione esterna dell’intero complesso, inaugurata la notte del 24 settembre 1994
  • la legge regionale n. 64 del 21/12/1994 che riconosce la Sacra di San Michele Monumento simbolo del Piemonte
  • la convenzione tra Regione Piemonte e Padri Rosminiani del 1995, che puntualizza e vede garantiti, attraverso la presenza dei Rosminiani, i più ampi compiti di custodia e di ordinaria manutenzione, di sicurezza e di conservazione, di promozione culturale e di fruizione della Sacra
  • il grande progetto relativo all’accessibilità, sicurezza e conservazione della Sacra, accolto nel piano di interventi per il grande Giubileo del 2000, con la realizzazione di 3 ascensori che permettono l’accesso alla chiesa abbaziale per le persone diversamente abili
  • la realizzazione e la posa di una grande statua di San Michele Arcangelo inaugurata il 24 settembre 2005.

Biglietti

Programma la tua visita alla Sacra di San Michele, e acquista il biglietto.

Contatti

Per qualsiasi richiesta di informazioni non presenti sul sito, puoi contattarci.

Rispondiamo, compatibilmente alle attività in corso, negli orari di apertura della Sacra di San Michele.

TELEFONO: +39 011939130
EMAIL: info@sacradisanmichele.com
INDIRIZZO: Via alla Sacra, 14 - 10057 S. Ambrogio (TO)